L’Emozione Non Ha Voce riapre la sede al maneggio di Villa Glori,  dopo la pausa estiva.

Riprendono le attività e riparte la nostra sfida all’autismo sempre più determinati a proseguire nell’ obiettivo di coinvolgere i nostri ragazzi in lavori e attività che aiutino la loro inclusione sociale e lavorativa. 

Da lunedì è ripartito il progetto Autistici in Azione (AIA), un progetto collaudato che impegna  i ragazzi  dal lunedì al venerdì, dalle 9,30 alle 16,30; mentre il mercoledì solo il pomeriggio dalle 15 alle 18. 

Abbiamo introdotto il venerdì l’orario 9,30 – 16,30 con due distinti gruppi: uno farà laboratorio di cucina, a via Latina (zona Appia) e dopo andrà alla cooperativa Garibaldi (zona Laurentino) e l’altro gruppo resterà a Villa Glori.  I luoghi del loro impegno prevedono oltre a Villa Glori anche la serra di monte Ciocci il martedì e il lavoro all’agriturismo alla cooperativa Garibaldi. Più o meno tutto  come prima della pausa estiva

l’attività di falegnameria con verniciatura

 Il progetto Autistici in azione riguarda la parte operativa della nostra piccola  associazione e, almeno  per ora, soddisfa l’esigenza di coinvolgere i ragazzi in attività non fini a se stesse, come mero riempitivo delle ora principali  della giornata,  il cosiddetto “parcheggio” in un luogo per alcune ore. Le psicologhe Laura Traina e Simona Milo perseguono, infatti, un programma lavorativo individualizzato e per ogni ragazzo c’è una scheda di valutazione. Alle due psicologhe si affiancheranno anche dei collaboratori, a seconda dei giorni. Si tratta di lavori di giardinaggio, falegnameria con sistemazione e verniciatura di cassette, assemblaggio di prodotti da inserire nei pacchi e lavori di cucina. E’ prevista anche una parte meramente didattica con il laboratorio cognitivo il lunedì.

I nostri ragazzi nel programma giardinaggio.

Nel progetto Autistici in Azione è inserito anche il maneggio il giovedì. Le attività prevedono inoltre esercizi ginnici, passeggiate a Villa Glori e eventuali uscite a tema per la città. Non mancheranno, inoltre, incontri con i genitori per valutare potenzialità e progressi dei ragazzi proprio per scongiurare l’eventualità del semplice “parcheggio“. 

Ovviamente siamo aperti a ipotesi lavorative diverse, di cui potremo discuterne insieme valutando il grado di fattibilità e di utilità. A tal proposito, da ottobre partirà anche l’ippoterapia, sempre il giovedì, e il cantiere, il mercoledì per quanti non partecipano al progetto AIA

La buona riuscita di tutto questo, visto che non siamo un struttura pubblica e tutto si sorregge sulle nostre rette mensili, dipende solo da tutti noi soci e dalla nostra volontà di farci parte vigilante e dirigente.

Buon inizio!

Il Presidente Corrado Sessa.